Un metodo di raffreddamento unico che raffredda attraverso la cavità nasale

 

QuickCool® SYSTEM  regola la temperatura corporea dei pazienti a rischio di carenza di ossigeno a causa di malattie, incidenti o traumi. Il metodo di raffreddamento è unico, poiché il sistema raffredda mediante lo scambiatore termico presente nel nostro corpo: la cavità nasale.

 

Poiché la cavità nasale è vicina al cervello, il processo di raffreddamento per proteggere il cervello viene rapidamente avviato. Il personale medico può lavorare ed effettuare trattamenti, come la defibrillazione o il massaggio cardiaco, senza esser ostacolato dal sistema di raffreddamento.

 

QuickCool® SYSTEM  assicura un controllo della temperatura stabile e preciso per il paziente. La catena di raffreddamento rimane ininterrotta dal momento in cui viene raggiunta la temperatura target fino al momento in cui il raffreddamento non è più necessario.

 

Quando il trattamento di raffreddamento non è più necessario, si attiva una funzione automatica incorporata nel sistema per garantire il ritorno alla normale temperatura corporea (normotermia), riducendo il rischio di picchi febbrili.

 

Caratteristiche

Catena di raffreddamento ininterrotta

 

Il sistema offre una catena di raffreddamento ininterrotta – dall’utilizzo nel pronto soccorso o nell’unità di terapia intensiva fino al termine del trattamento di raffreddamento presso un’altra sede di assistenza medica.

 

Portatile

 

L’unità è appesa al letto del paziente e, nel caso in cui la rete elettrica non sia disponibile, viene alimentata automaticamente da una batteria. Questo assicura che il controllo della temperatura sia disponibile anche durante il trasferimento ed il trasporto del paziente.

 

Facile da usare

 

QuickCool® SYSTEM è facile da usare – il personale medico necessita solo di una breve introduzione prima di poterlo utilizzare.

 

Utilizzo sicuro

 

Il trattamento non è invasivo e non irrita i vasi sanguigni, né compromette il sistema circolatorio del paziente.

 

Cateteri a palloncino

 

I cateteri a palloncino, composti di un materiale molto sottile, morbido ed elastico, sono montati su tubi flessibili e fini, che facilitano il loro inserimento nella cavità nasale.

 

FAQs

  • Cosa fa QuickCool® SYSTEM?

    Il sistema regola la temperatura corporea dei pazienti a rischio di carenza di ossigeno a causa di malattie, incidenti o traumi. Il metodo di raffreddamento è unico, poiché il sistema raffredda tramite lo scambiatore termico presente nel nostro corpo, la cavità nasale, che è molto vicina a ciò che deve essere protetto – il cervello.

    Il sistema garantisce che venga mantenuta una catena di raffreddamento ininterrotta dal momento in cui viene raggiunta la temperatura target fino a quando il raffreddamento non è più richiesto.

  • Perché è importante raffreddare i pazienti?

    Ogni 17 minuti una persona soffre di ictus in Svezia, ed ogni anno oltre 10 000 persone soffrono un arresto cardiaco. Questi eventi sono catastrofici per il cervello, il cui fabbisogno dipende dall’apporto di ossigeno presente nel sangue. Nel caso di ischemia cerebrale – in cui c’è un insufficiente apporto di sangue al cervello – il cervello soffre una carenza di ossigeno. Questo evento causa morte cellulare nel cervello e comporta un rischio considerevole di danni cerebrali gravi e permanenti.

    Raffreddare il cervello rallenta questo processo e permette al paziente di avere maggiori probabilità di sopravvivere e riprendersi. Il raffreddamento può essere utilizzato anche per i pazienti in terapia intensiva con febbre.

  • Quale temperatura è consigliata?

    Le linee guida sulla gestione della temperatura target (TTM) consigliano che i pazienti con arresto cardiaco vengano mantenuti tra i 32°C ed i 36°C con un trattamento che duri 24-48 ore, ma sono anche possibili trattamenti di 72 ore.

    Attualmente non ci sono linee guida internazionali nei casi di ictus e febbre, tuttavia sono in corso studi clinici per queste applicazioni.

  • Il raffreddamento attraverso la cavità nasale “congela il cervello”?

    La sensazione di “congelamento del cervello” si verifica quando si mangia qualcosa di freddo molto velocemente. Una teoria che spiega questo evento è che i nervi nella parte superiore della bocca inviano segnali di “freddo” al cervello che, per compensare, aumenta l’afflusso di sangue. Il surriscaldamento che ne deriva causa dolore e ciò avviene attraverso la parte superiore della bocca, non attraverso il naso.

  • Il paziente può respirare attraverso il naso?

    No, non è possibile respirare attraverso il naso se si è raffreddati tramite cateteri a palloncino, ma il paziente può respirare tramite la bocca senza problemi. Il fatto che la cavità nasale sia occupata non è un problema con rilevanza clinica.

  • È possibile intubare allo stesso tempo?

    Si, è possibile, poiché l’intubazione avviene per via orale attraverso la trachea per creare una via aerea sicura. QuickCool® SYSTEM  non interferisce con questa routine.

  • È possibile utilizzare un sondino naso-gastrico?

    Si, un sondino naso-gastrico per fornire sostanze nutritive, cibo liquido o medicinali, può esser posizionato nel naso, accanto al catetere a palloncino. Il sondino deve esser posizionato vicino al setto nasale per limitare il rischio di ridurre la capacità di raffreddamento.

  • È possibile utilizzare una maschera ad ossigeno?

    Si, nella maggior parte dei casi una maschera ad ossigeno viene posta sul naso e sulla bocca. Poiché i cateteri a palloncino sono posizionati all’interno del naso e le connessioni sono costituite solo da tubi sottili, la funzione della maschera non viene influenzata.

    Nota: i tubi creati per erogare ossigeno attraverso il naso non possono essere utilizzati con i cateteri a palloncino poiché QuickCool® SYSTEM non permette la respirazione attraverso il naso.

  • Le misurazioni EEG sono disturbate dal QuickCool® SYSTEM ?

    Nell’EEG, gli elettrodi sono attaccati alla testa per misurare l’attività elettrica cerebrale al fine di ottenere una base per le decisioni riguardanti il trattamento medico continuato. L’EEG può essere eseguito durante l’utilizzo del QuickCool® SYSTEM.

QuickCool AB

Ideon Science Park

Beta 6

Scheelevägen 17

SE-223 70 Lund, Sweden

  • Si, è possibile, poiché l’intubazione avviene per via orale attraverso la trachea per creare una via aerea sicura. QuickCool® SYSTEM  non interferisce con questa routine.